Quando si ha intenzione di comprare un’auto nuova o usata, il primo ostacolo potrebbe essere determinato dal vincolo finanziario; non tutti hanno, infatti, la disponibilità dell’intera somma prevista dal prezzo di vendita, per cui, in questi casi, i prestiti auto possono essere la soluzione al problema. Essi sono finanziamenti finalizzati e, quindi, richiedono la motivazione. Inoltre, offrono condizioni diverse, che si tratti di auto nuova o usata.

Il mercato dell’auto è ricco sempre di novità, anche legislative, per cui quando si procede ad acquistare un veicolo si dovrebbe essere consapevoli delle caratteristiche del mezzo e delle loro ripercussioni, in termini di finanziamento, di incentivi e di tassazione, come il bollo.

Quest’ultimo, ad esempio, è una tassa di possesso, che va pagata in base alla categoria a cui appartiene l’automobile, da un punto di vista delle normative ambientali (Euro 1, 2,3,4,…). Man mano che si abbassa il livello (veicolo più inquinante), si alza l’importo da pagare su ciascun KW o CV.
Infine, vanno tenute in considerazione le frequenti norme legislative, che mirano ad incentivare il rinnovamento del parco mezzi, con l’acquisto di veicoli meno inquinanti, di categoria maggiore, rottamando i vecchi mezzi più inquinanti.

In questi casi, si possono godere di finanziamenti statali, che possono sommarsi agli eventuali erogati dalle stesse case automobilistiche.

guida auto