Prestiti Auto

Prestiti Auto
I prestiti auto sono finanziamenti finalizzati all’acquisto di veicoli nuovi o usati, i cui criteri mutano nei due casi: più agevolanti per i primi, meno per i secondi. Offerti anche in sede di compra-vendita.

Quando ci si accinge all’acquisto di un’auto, una delle maggiori difficoltà consiste nella disponibilità dell’intera somma richiesta. A volte, ciò potrebbe essere un limite invalicabile, tale da ritardare l’operazione. E’ per questo che sono molto diffusi i prestiti auto, ossia i finanziamenti, finalizzati a sostenere l’acquisto di veicoli a motore nuovi o usati.

Capita molto di frequente che essi siano presentati ed offerti presso la stessa concessionaria dove avviene la compravendita e ciò in forza di contratti e accordi che intercorrono tra il concessionario e alcune banche e finanziarie, o persino tra case automobilistiche e istituti di erogazione di credito.

Addirittura, poi, nella regolarità dei casi è lo stesso concessionario che fa da tramite tra il suo cliente e la banca o finanziaria, raccogliendone la documentazione necessaria e occupandosi del disbrigo delle formalità burocratiche, al posto dell’acquirente.

In molte di queste situazioni, il prestito non passa neanche tra le mani del richiedente, ma viene accreditato direttamente al concessionario-venditore.
I criteri di finanziamento si distinguono, a secondo che si tratti di una vettura nuova o usata.

Nel primo caso, i prestiti auto sono più incentivanti, offrendo una copertura totale del prezzo di acquisto e un periodo di tempo per il rimborso piuttosto lungo, anche di cinque anni.

La copertura totale del prezzo è, in genere, assicurata fino a circa 30 mila euro, mentre per la parte superiore a tali cifre, si prevede un finanziamento in percentuale.

Per le auto usate, invece, i criteri si inaspriscono. Anzitutto, non si procede, di solito, il finanziamento di veicoli dalla data di immatricolazione anteriore a dieci anni, mentre per le altre il finanziamento si ha solo a copertura parziale del prezzo di acquisto, in funzione decrescente all’anzianità di immatricolazione dell’auto.

Infine, la durata per il rimborso è inferiore ai casi di prestiti per auto nuove e ciò in conseguenza di un più alto rischio statistico di sofferenza del credito.